Storie per bambini scritte da bambini – L’ala della farfalla

L’ALA DELLA FARFALLA

C’era una farfalla che volava e c’era molto vento.

C’era così tanto vento che le si ruppe un’ala e si riparò dentro una scarpa.

Quando finì il vento, arrivò un folletto che le aggiustò l’ala.

Irene, 6 anni

Interpretazione scritta dalla mamma Laura Minguell Del Lungo

In questo brevissimo racconto emergono i tratti essenziali della narrazione: c’è qualcuno che sta cercando di fare qualcosa ma incontra degli ostacoli temibili lungo il cammino. Per fortuna, come in ogni favola che si rispetti, intervengono degli elementi salvifici a risolvere la situazione.

La piccola farfalla, in cui certamente si identifica la bambina che scrive, vola tranquilla, come fa una farfalla normalmente. Se non che il vento, rappresentazione delle avversità della vita, interrompe bruscamente il suo volo rompendole un’ala. La farfalla senz’ala sembrerebbe spacciata. Fortunatamente si trova proprio là un elemento comune, la scarpa, finita chissà come, per le casualità della vita, in quel medesimo luogo, dalla quale la protagonista riesce a trarre un vantaggio attraverso un utilizzo insolito: vi ci si ripara dentro.

Eppure questa soluzione non è definitiva, perché l’ala continua ad essere disperatamente rotta. Il mondo comune, quello della bimba, delle avversità e della scarpa, non prevede miracoli. E per aggiustare un’ala di farfalla ci vuole un vero miracolo. Ecco che allora interviene un elemento magico, il folletto come deus ex machina, che compie quel miracolo, aggiusta l’ala e ricompone lo status quo antecedente l’arrivo dell’avversità.

Si legge, in questa storia, chiaramente il pensiero magico infantile e la speranza che vincono sempre i buoni, regalandoci un lieto fine. Ma è pur vero che se la piccola farfallina non si fosse ingegnata per mettersi al riparo, cercando in un ambiente ostile un luogo per salvarsi, probabilmente si sarebbe rotta anche l’altra ala o, peggio, si sarebbe spiaccicata su qualche tronco.

Pertanto l’intervento del folletto è possibile solo grazie all’intraprendenza della piccola farfalla coraggiosa, che ben lungi dall’essere la principessa debole e passiva delle antiche fiabe Disney, somiglia più invece a una delle più moderne ragazze valorose che si battono per i propri principi e per la propria salvezza. Si legge quindi, in questo raccontino, una grande forza e un desiderio di affermazione femminile, assieme con la speranza, forse un po’ ingenua, che il mondo, per quanto difficile, comunque aiuti i cuori intrepidi.

Se anche ai vostri bambini piace scrivere storie e se avete piacere di condividerle, inviatecele, insieme ad un disegno, al nostro indirizzo piu_di_due@hotmail.com. Saremo felici di leggerle, pubblicarle e assaporarle insieme a voi!