Come organizzare la dispensa se hai una famiglia numerosa

In famiglia siamo in 5. Due adulti e 3 bambini di 3, 5 e 7 anni, che mangiano più di nonni e genitori messi insieme!

Lavorando entrambi a tempo pieno, a casa nostra si prepara e si cucina organizzando mentalmente le giornate e portandosi avanti con i lavori, in modo da avere del tempo libero per giocare e fare attività con i bambini.

Vi racconto come mi sono organizzata per avere sempre in casa quello che serve e usare il supermercato più vicino solo per gli ingredienti super freschi o quando mi dimentico qualcosa.

Noi abbiamo creato, a fianco alla lavanderia, un locale dispensa! Il miglior investimento mai fatto. Scaffali e cassetti per organizzare le nostre “scorte” e cercare di avere sempre tutto quello che serve con una o due confezioni in più di tutto.

Il locale dispensa è utilissimo perché ti permette di:

evitare di caricarti come un mulo quando vai a fare la spesa nel supermercato sotto casa per comprare l’affettato fresco per le piadine previste per cena;

giocare con i bambini ad “acchiapparella” invece di trascinarli tutti con te al supermercato perché altrimenti “stasera non si mangia” (hai tutto quello che ti serve già in casa!);

risparmiare del tempo prezioso nell’organizzazione;

risparmiare denaro acquistando in modo oculato sulla base di un menù pensato e organizzato ad hoc.

Ma come riempire gli scaffali? Noi li abbiamo suddivisi in zone: la prima dedicata al cibo, la seconda dedicata al beauty e alla cura della casa e poi c’è il migliore amico delle famiglie numerose: il freezer. Il nostro è verticale e ha 6 cassetti.

Ecco come mi sono organizzata. Sullo scaffale cibo non mancano mai:

  • farina
  • pasta/riso
  • polenta
  • passata di pomodoro
  • pesto
  • tonno in scatola
  • legumi
  • cereali e biscotti per la colazione
  • latte
  • olio
  • succhi di frutta
  • crackers
  • piadine
  • kit per fajitas
  • budini
  • ananas/pesche in scatola
  • snack per la merenda dolci e/o salati.

Il freezer invece è organizzato per categorie:

  • cassetto 1: pasta ripiena
  • cassetto 2: carne e pesce
  • cassetto 3: minestre e verdure
  • cassetto 4: fritto e snack per le merende o per gli aperitivi
  • cassetto 5: gelati e croissant o dolcetti fatti in casa e surgelati
  • cassetto 6: piatti cucinati in casa e surgelati in porzioni.

Ecco alcuni prodotti che non mancano mai nei nostri cassetti:

  • agnolotti artigianali (presi da un pastificio e surgelati in sacchetti da 1 kg)
  • cappelletti
  • farinata
  • minestrone di verdura
  • patatine fritte, mozzarelline fritte, olive ascolane (per la serata mensile dedicata al fritto)
  • sofficini Findus
  • sugo di pesce
  • ragù (fatto da me e poi surgelato in porzioni)
  • bastoncini Findus
  • platesse
  • scorta di carne (presa dal macellaio di fiducia sotto casa, composta da: hamburger, cotolette, coscia rotonda, petto di pollo tagliato a striscioline, fettine di carne super sottili per fare i salti in bocca, salsiccia arrotolata, polpette)
  • qualche busta di verdura per le emergenze
  • lasagne (fatte da me).

In questo modo avrete sempre la possibilità, senza dover uscire e senza fare la spesa, di mettere qualcosa in tavola anche se è stata la giornata più pesante di tutte, se siete stanchi e non avete proprio voglia di pensare a cosa preparare.

Una volta fatta la base, come gestisco la spesa?

Dopo aver provato svariati metodi, io mi trovo bene con un check di quello che c’è e di quello che manca sulla base di una spesa settimanale che, a questo punto, sarà di impatto veramente piccolo sul portafoglio, considerando un menù predefinito sul quale segno in grassetto gli ingredienti mancanti.

Vi riporto un esempio. Dal lunedì al venerdì trovate solo l’indicazione della cena perché siamo tutti fuori casa a pranzo, mentre il sabato e la domenica trovate i due pasti:

LUNEDÌ Minestra di verdura + uova alla contadina
MARTEDÌ Minestrina vegetale + Scaloppina alla pizzaiola + patate al forno
MERCOLEDÌ Pasta + formaggi + carote
GIOVEDÌ Risotto al ragù + cipolle al forno
VENERDÌ Pasta + lenticchie + verdure
SABATO Fajitas di pollo
Pizza fatta in casa
DOMENICA Agnolotti al ragù
Minestrone + carpaccio di salmone

Per la spesa settimanale mi trovo benissimo ad usare il servizio che propone Everli (il vecchio Supermercato24) che consegna la spesa a casa gratuitamente con 30 euro di spesa. C’è anche la possibilità di abbonarsi al servizio in modo super conveniente. Andate a leggere!

L’aspetto più interessante di Everli, a mio avviso, è che ti permette di scegliere dove fare la spesa tra: Mercatò, Bennet, Carrefour, Pam, Basko, dm, Sapore di Mare, Lidl, U2 e altre catene. In questo modo si riesce anche a star dietro alle offerte dei volantini dei supermercati, massimizzando il risultato per la famiglia!!!

A tutto questo, aggiungo ancora un passaggio al mercato settimanale per frutta e verdura sempre fresche e via!

Vi assicuro che se provate il “metodo dispensa” non ve ne pentirete e vi sentirete più organizzate ed efficienti, senza arrivare alle 18.30 pensando di ordinare un kebab o una pizza d’asporto per cena!

Fatemi sapere come vi trovate!

Laura

Altri articoli scritti da Laura: