La noia: il più grande alleato dei genitori

Sono quasi certa che su Google, dopo “covid 19”, la ricerca più cliccata dal primo lockdown in poi sia “come intrattenere i bambini in casa”. Questo lo immagino perché da tempo, o almeno da quando è iniziata questa pandemia, vedo, sento e leggo di genitori “disperati” (passatemi il termine ovviamente ingigantito) che ogni giorno si interrogano su come far passare il tempo ai propri figli.

Come la gazzella, ogni giorno un genitore si sveglia e sa che dovrà correre. Sì, dovrà correre, per inventarsi il più velocemente possibile un’attività, un laboratorio o un gioco che terrà occupato il leone “famelico” dietro di lei. Si improvvisa il laboratorio degli acquerelli, i lavoretti con la pasta ed i tappi, i travestimenti, i circuiti sportivi in casa e chi più ne ha più ne metta. Tutte idee meravigliose, sia chiaro, ma mi domando: perché tutta questa smania di intrattenerli tutto il giorno?

In un mondo pieno di tutorial per far divertire i bambini in casa, io mi dissocio e grido al mondo che i miei bambini si annoiano! Sì, esatto, i miei figli passano dei momenti della loro giornata in cui si annoiano. La noia fa bene, la noia stimola l’ingegno, la creatività e la fantasia. La noia rende osservatori e, di conseguenza, curiosi e affamati di nozioni. La noia è un’opportunità da cogliere e non un vuoto da colmare!

Vi stupirete di quanto un bambino sia in grado completamente da solo di divertirsi e di trovare attività alla sua portata per gestirsi il tempo in totale autonomia! Viva i bimbi felicemente annoiati!!!

Giulia

Puoi contattarla qui 👉 Instagram: giulifede.pasetti – Facebook: Giulia Pasetti