Consigli letterari per l’estate

È arrivata l’estate e con lei le agognate, meritate e lunghe vacanze estive. Un momento di gioia, di sole, di giornate in cui ci entra davvero tutto, magicamente, dopo un anno così duro e faticoso.
Per cui può apparire come un antipatico ossimoro parlare di libri in estate, un tempo che ci vuole con i baffi di gelato al cioccolato, “incotolettati” di sabbia e protagonisti di tanti ritrovati abbracci in acque salate e leggere.

Eh sì, perché capita spesso che un libro o la lettura siano azioni associate alla solitudine e poco al piacere. Un qualcosa che avviene all’ombra gialla e verde di un ombrellone o tra le gocce appiccicose di un ghiacciolo al limone oppure tra le lenzuola stropicciate e sudaticce del letto della casa dei nonni al mare, quando mamma sa di salsedine e dolcezza. È pur vero che negli ultimi anni leggere è divenuto un atto collettivo importante, ma francamente tra tutti quei “Io voglio andare a fare il bagno!!! Io voglio giocare!! Io non voglio i libri!!!”…insomma parlare di libri e vacanze estive alle famiglie può risultare un’operazione impegnativa…almeno apparentemente.

Perché, ecco…vedete…per lapostofo – inventare la lettura, leggere fa rima con libertà e creatività e così abbiamo deciso di lasciare qualche consiglio prima della pausa estiva. Saranno aperte molte librerie in molte località estive e magari potrete approfittarne per fare un giro e ricordarvi di questi consigli♥

Iniziamo da un libro che, per noi, assolutamente non può mancare nelle nostre liste di lettura: è il mitico “Inventario del mare” di Emmanuelle Tchoukriel e Virginie Aladjidi, edito da Ippocampo.
Un albo davvero importante in ogni sua declinazione, trasversale come pochi, incuriosisce lettori grandi e piccini. In questo inventario illustrato si possono ammirare più di 100 animali e piante del mondo marino, riprodotti con l’arte e la precisione degli esploratori naturalistici di qualche secolo fa.

Un altro albo che crediamo debba sfiorare almeno una volta la vita ogni bambino e ogni bambina è “La piscina” di Ji Hyeon Lee, edito da Orecchio Acerbo.
Orecchio Acerbo ha vinto nel 2017 il premio come miglior editore per ragazzi e con questa garanzia possiamo affermare che ogni albo pubblicato diventa prezioso. Questa casa editrice è un po’ il Re Mida della poesia a portata di albo illustrato. “La piscina”, proprio come le vacanze, ci offre la possibilità di guardare le cose da un altro punto di vista, dimenticando i pesi, gli spazi e i tempi, scanditi troppo spesso da scuola-compiti-sport-inglese-musica! “La piscina” è una storia visionaria che procede a ritmo di tuffi e coraggio.


Pagina dopo pagina, si scoprono mondi inattesi, perché è quando decidiamo di provare a fare quel tuffo, pur sapendo che ci fa paura, quando gli altri preferiscono galleggiare sicuri con le loro ciambelle a forma di elefante e coccodrillo, beh, è proprio in quel momento che usciamo fuori dall’ordinario per tuffaci nello straordinario. Ai margini di una folla raccolta in piscina, il protagonista della nostra storia trova il coraggio e lo spazio per scivolare in acqua. Si dà lo slancio e improvvisamente tutto diviene blu, sospeso e magico. Non è solo in questa avventura, ad accompagnarlo c’è una bambina con la stessa voglia di tuffarsi! Si incontrano, simili, nella meraviglia, in un’apnea sospesa, dove comincia un’avventura alla scoperta di un mondo incredibile, dove tutto è possibile…persino incontrare Moby Dick! E tornare in superficie, dopo, non sarà così tremendo, non sarà così doloroso, perché loro ora sanno di aver trovato il cuore segreto del mondo.

Dalla liricità tutta illustrazioni e cuffie bianche de “La piscina”, concludiamo con due interessanti
suggerimenti direttamente da casa Topipittori. Per farlo ci spostiamo in spiaggia…sì, sì! Andiamo tutti “In spiaggia”, questo il titolo dello splendido albo illustrato, di Susanna Mattiangeli e Vessela Nikolova, edito da Topipittori.


Questo albo somiglia moltissimo ad una raffinata, privata e personale enciclopedia di esseri umani! Sì, perché al suo interno troverete “tuttotuttotutto” ciò che si vive, durante l’estate, in spiaggia. Ci sono i costumi con i lacci, i materassini, le pinne, le sedie sdraio che si chiudono da sole ed anche i tuffi dagli scogli e i cappelli di paglia delle signore in bikini. Ci sono le cose belle, come scavare un vulcano e farci entrare il mare o diventare amico di qualcuno che ha il canotto oppure classificare pance e sederi!! E ci sono anche le cose meno belle, come uscire dall’acqua per via delle meduse o come perdersi, come succede a una bambina che si allontana dal suo ombrellone e non ritrova la via del ritorno. Ma in questo perdersi, però, riesce ad osservare la grandezza di tutto quello che la circonda. Perché in fondo è anche un po’ così, no?! La vita somiglia ad una grande spiaggia, ognuno si inventa qualcosa da fare, ognuno ha il suo ombrellone da piantare.

Restiamo sempre a casa dei Topipittori per consigliarvi un albo della collana super PiNO (Piccoli Naturalisti Osservatori), una serie di piccole sciccherie di divulgazione scientifico-creativa che farà appassionare anche i lettori più scettici. Parliamo di “Che cos’è un fiume?” di Monika Vaicenavičienė, un libro premiato dal World Illustration Awards.

Il libro è un ottimo punto di partenza per allenarsi a diventare grandi osservatori del mondo ed è un libro che può diventare un fedele compagno anche nel caso in cui si decida di esplorare, in vacanza, alcune tra le nostre belle montagne. È anche una valida alternativa, insieme alle altre pubblicazioni (catalogo sul sito Topipittori), alle attività scolastiche assegnate, perché racconta, in punta di piedi, una geografia spesso ingiustamente vilipesa. Ci racconta di come porsi tantissime domande di fronte alla natura e accompagna il lettore alla scoperta dei fiumi del mondo e delle loro straordinarie particolarità, facendo sì che egli acquisisca, lettura dopo lettura, consapevolezza della grande responsabilità che ognuno di noi ha nel preservare l’ambiente.

È arrivato il tempo dei saluti e delle granite! Chiudiamo in bellezza con un albo complesso, che racconta la crescita attraverso una metafora che potremmo definire un evergreen: il mare! Parliamo di “M come il mare” di Joanna Concejo, edito sempre da Topipittori. Joanna Concejo è un’autrice complessa ed intensa, annoverabile tra quelle autrici contemporanee di libri per ragazzi che riescono a raccontare, con impareggiabile empatia, i processi di crescita e di conoscenza.


«No, non sono piccolo! M. si mise una mano sulla bocca, stupito dal suono della sua voce. Aveva urlato davvero forte, e il vento si era portato via le sue parole. Il suo sguardo si posò su quell’acqua che sembrava non avere fine, sulle onde. […] C’è qualcuno dall’altra parte? […] E come si può essere così tristi con un sole come questo? E così felici allo stesso tempo?». Questo albo è forse una delle cose più simili ad un romanzo di formazione che ci sia mai capitato di leggere! Il mare fa da sfondo e ci accompagna in un viaggio attraverso l’adolescenza, nella sua complicata e insostenibile bellezza. Un mare fatto di contraddizioni, misteri, tesori, esattamente come tutti quegli unici e inspiegabili momenti in cui, tra un castello di sabbia e un panino al prosciutto, sotto un sole che bagna un mare inquieto, un bambino si trasforma in un ragazzo.
Il mare in quest’album diventa specchio di domande, pensieri, ricordi, paure e farfalle. Un viaggio tutt’intorno al mare, dentro il mare, sopra, sotto, di lato, a testa in giù… dentro di noi, fatti di mare e meraviglia.
A tutti i nostri lettori dai 9 anni in su consigliamo vivamente di intraprendere questo viaggio letterario!
A tutti gli altri consigliamo di intraprendere il viaggio di lettura che più li farà stare bene e che più li divertirà!

Non abbiamo consigliato libri di narrativa ma, se a qualcuno andasse di leggere della narrativa di qualità quando si sentono solo le cicale e la sabbia scotta, consigliamo: la regina della resilienza Mrs “Pippi Calzelunghe” (ha spento 70 candeline nel 2020 ma è sempre attualissimo!!) o le scombussolanti “Streghe” di Roald Dahl, (su Sky è da poco uscito il film, imperdibile, diretto da Robert Zemeckis). E con questi due capisaldi della letteratura per l’infanzia, Astrid Lindgren e Roald Dahl, concludiamo la nostra rubrica di consigli letterari e vi auguriamo una fresca e gioiosa estate! Arrivederci a settembre!!

“Così la giovane mente di Matilde continuava a crescere, nutrita dalle voci di tutti quegli autori che avevano mandato i loro libri nel mondo come navi nel mare. Quei libri portavano a Matilde un messaggio di conforto e speranza: non sei sola.” [Matilde – R. Dahl]

Benedetta&Chiara

Promozione ed Educazione alla Lettura
Ideazione Formazione Progetti
lapostrofolab@gmail.com
339 3228086 – 347 9157498

Puoi contattarle qui 👉 Instagram: lapostrofolab – Facebook: lapostrofo

VUOI ACQUISTARE I LIBRI CONSIGLIATI? ECCO COME FARE

Lapostrofo non ha un suo e-commerce per ora, ma ci piace attivare processi virtuosi e mettere in contatto realtà diverse che possano dialogare e creare sistemi armonici, fatti di creatività, idee e stimoli per grandi e piccini. Per questa ragione abbiamo scelto un partner che ti seguirà nel nostro personale viaggio tra i libri. È la libreria indipendente Anacleto di Cisterna di Latina, una libreria amica, un posto speciale dove tutti gli atelier de lapostrofo hanno transitato con grande successo. Roberta, la libraia di Anacleto, ci seguirà in questo viaggio, con entusiasmo e professionalità. Sarà possibile chiedere anche consigli di lettura personalizzati, se vi sentirete particolarmente ispirati dopo aver letto le nostre recensioni.😊

Roberta si occuperà di prendere le prenotazioni a seguito dell’uscita del nostro articolo e, una volta finito il giro di prenotazioni, i libri verranno spediti in un’unica giornata tutti insieme. Per info commerciali e prenotazioni:

Mail: info@anacletolibreria.it WhatsApp: 338 547 9452 Pagina Facebook: https://www.facebook.com/anacletolibreria/

Mai come in questo preciso momento storico è importante riscoprire sinergia e collaborazione tra comunità, perché da solo nessuno potrà mai sentirsi salvo.