Creiamo un libro di feltro con i bimbi?

Che cos’è un libro di feltro? Si può chiamare in modi diversi: quiet book, silent book, libro sensoriale, libro tattile, libro attività. Si tratta di un libro in cui generalmente non c’è una storia e soprattutto non c’è nulla di scritto. Ogni pagina prevede delle attività che possono andare dalla semplice esperienza sensoriale toccando i diversi materiali con i palmi delle manine e dei piedini, all’abbinare colori, forme e/o numeri, al vestire un personaggio, al cambiare “d’abito” un albero con il passaggio delle stagioni, al comporre parole e a molto altro ancora.

Bimbi piccolissimi (persino neonati!) possono maneggiare un libro tutto basato sulla stimolazione tattile, mentre un libro di attività si può rivolgere anche a bambini di 7/8 anni e magari rinforzare tramite il gioco le abilità apprese a scuola. I più grandi possono realizzare un libro rappresentando una storia inventata da loro. In questo caso i genitori diventano soltanto un supporto tecnico alla loro fantasia.

Questa è la teoria. E la pratica? Nella pratica un libro di feltro è una sorta di porta magica che si spalanca su un mondo colorato e allegro. È una coccola speciale, un gioco cucito su misura, un’isola dove i desideri dei piccoli prendono forma.

Se vi è venuta voglia di cimentarvi in questa avventura, ecco una sorta di scaletta da seguire, elaborata da me… dopo prove ed errori!

1. Progettazione. Carta, penna e via libera alla fantasia. Se riuscite, non iniziate cercando spunti sul web, in modo da non esserne influenzati. Raccogliete le idee dei vostri bimbi, segnate i colori che desiderano per le diverse pagine, le ambientazioni (mare? montagna? pirati? gufi? principesse?), i personaggi. Decidete se volete fare un libro per ogni figlio (io consiglio questa opzione, più laboriosa ma decisamente più soddisfacente) o se volete creare un solo libro, dedicando una pagina per ogni figlio. Solo a questo punto, date un’occhiata alle proposte presenti in rete. In genere le mamme artigiane pubblicano foto delle loro creazioni, quindi potete trovare un bel po’ di fonti di ispirazione, sia per aggiungere qualcosa alla vostra idea di partenza sia per capire come realizzare i desideri dei vostri figli. Sul web trovate anche cartamodelli da copiare per disegnare gli animali o i personaggi richiesti. Personalmente consiglio di creare sia pagine realizzate secondo le richieste dei bambini che altre ideate con uno scopo didattico (un libro di feltro è un buono strumento per memorizzare i colori, i numeri, le vocali…). Suggerisco anche di inserire sia attività tarate sul momento presente che altre sfruttabili più avanti: creare un libro di feltro è un’attività abbastanza lunga per cui probabilmente passerà un po’ di tempo prima di costruirne un secondo. Banalmente: se il nostro bimbo al momento non conosce ancora i numeri, inseriamo lo stesso una pagina sull’argomento perché magari tra sei mesi la userà volentieri. E sappiamo tutti che sei mesi passano molto in fretta!

2. Acquisti. Recatevi in un negozio di bricolage e divertitevi! Ecco l’elenco di ciò che occorre:

  • fogli di feltro molto spesso per le pagine e per tutto ciò che si staccherà dalle pagine
  • fogli di feltro sottile (pannolenci) per il resto
  • pistola per la colla a caldo e (moltissimi) tubetti di colla a caldo
  • velcro
  • pennarello indelebile
  • forbici di alta qualità (in negozio specificate che le userete per tagliare feltro e tessuti di vario genere)
  • cerniere
  • scampoli di materiali da cucito e stoffe che diano diverse sensazioni tattili
  • bottoni di varie dimensioni, corde, nastri e tutto ciò che la fantasia vi suggerisce.

Uno strumento che rende molto veloce la creazione di oggetti in feltro è la fustellatrice: io non ce l’ho (ma la sogno, sia chiaro!) e se ne può fare tranquillamente a meno. Certo, se poi scoprite di avere una grande passione per il bricolage con il feltro, allora potrebbe essere un investimento futuro!

3. Uno spazio per creare. Scegliete un posto della casa che vi servirà per il vostro lavoro artistico: per tutta la “gestazione” del libro quell’angolo conterrà fogli di feltro, ritagli, disegni, ecc. Per sicurezza, io metto sempre tutto ciò che ritengo pericoloso (forbici e pezzi piccoli) in un sacchetto irraggiungibile per i bimbi.

4. Al lavoro! Spieghiamo bene ai figli che si tratta di una creazione lunga: non vedranno il loro libro pronto nel giro di un’oretta. I piccolissimi possono stare in fascia, mentre gli altri figli probabilmente un po’ osserveranno e un po’ giocheranno accanto al genitore all’opera. Personalmente trovo che sia davvero bello condividere lo stesso spazio, genitori e figli, svolgendo attività diverse. Non sempre è possibile ed è inutile stressarsi se i nostri figli non riescono a giocare in autonomia mentre noi siamo impegnati a ritagliare e incollare, ma, quando questo accade, si ha davvero una sensazione speciale. A tal proposito ho un ricordo bellissimo della creazione dell’ultimo libro di feltro. Ci tenevo molto a finirlo per cui, una volta messi a nanna i bambini, sono andata avanti durante la notte. Ad un certo punto il grande si è svegliato e mi ha raggiunta. È stato un dolcissimo disegnare e ritagliare mentre lui mangiava biscotti e mi guardava. Mi sembrava che tutto il resto del mondo tacesse e dormisse e noi fossimo avvolti in una bolla magica.

5. La procedura. Ovviamente ci sono diversi modi per creare un libro di feltro: il seguente è quello con cui mi trovo meglio.

· Prendete un foglio di feltro spesso.

· Piegatelo in due a formare una sorta di libretto.

· Numerate nella vostra mente le pagine, come se fosse un libro. Tenete conto che la pagina 1 e 4 rimarranno vuote.

· Lavorate sulle pagine 2 e 3, creando ciò che avevate progettato. Ritagliate quindi i fogli di feltro sottile con le varie forme che desiderate, procedete a creare tutti i dettagli della pagine e incollate.

· Usate il feltro spesso per creare i pezzi che rimarranno staccati dalla pagine, poi aggiungete un pezzo di velcro sul retro di tutte le parti staccabili. Anche se usate il velcro adesivo, consiglio di aggiungere sempre una punta di colla a caldo.

· Mettete da parte il vostro foglio di feltro completo dei suoi pezzi staccabili e passate al successivo.

· Quando avete finito i fogli, incollate la pagina 4 del primo foglio con la pagina 1 del secondo e così via.

· Alla fine, ritagliate un rettangolo di feltro sottile e incollatelo come se fosse una rilegatura.

· Ricordatevi di staccare la pistola della colla a caldo dalla presa elettrica!

6. E i bimbi? Oltre ad essere i nostri ispiratori, i bimbi possono passarci i fogli e i ritagli di feltro e infilare i tubetti di colla a caldo nella pistola. Sotto il nostro sguardo vigile, possono anche maneggiare direttamente la pistola della colla a caldo.

7. Accortezze. Nel creare un libro di feltro si formano molti scarti (tenete tutto, visti i costi del feltro!), alcuni dei quali hanno dimensioni pericolosamente piccole. È fondamentale raccoglierli subito e metterli in un cestino o in un sacchetto in alto, perché in poco tempo ci sarà un figlio “grande” che si avvicinerà e li farà cadere e un figlio gattonante che sarà lestissimo a metterli in bocca… La stessa attenzione ovviamente vale per i bottoni e per tutto ciò che è piccolo. Personalmente evito, per esempio, di incollare palline o ritagli piccoli e certi dettagli (per esempio gli occhi) preferisco disegnarli con un pennarello indelebile: la resa è meno bella, ma io sono decisamente più tranquilla, nonostante la tenuta della colla a caldo sia davvero buona.

8. Si gioca! Il libro è finalmente finito e possiamo donarlo ai nostri bimbi! È un regalo speciale, che ha richiesto tempo e cura e che va custodito con lo stesso amore. In genere sono molto tranquilla sul disordine (essendo io disordinata cronica) ma chiedo ai miei figli di riporre i loro libri di feltro appena finiscono di usarli, e di rimettere a posto tutte le parti staccabili.

Se vi è venuta voglia di mettervi all’opera ma un intero libro vi sembra un’impresa troppo ardua, potete iniziare con un semplice pannello con una o due attività. Vedrete che prenderete subito la mano e in men che non si dica le vostre creazioni in feltro si moltiplicheranno! Le ore di sonno diminuiranno ulteriormente ma l’emozione di vedere i propri figli giocare con qualcosa costruito da voi è davvero impagabile!

Diletta

Puoi contattarla qui 👉 Facebook: Diletta Di Rocco