Famiglie XXL e animali domestici

Spesso mi è capitato di vedere famiglie XXL e animali domestici insieme. Spesso mi sono interrogata sull’argomento chiedendomi come fosse possibile incastrare, un cane, un gatto o qualsiasi altra tipologia di animale nell’organizzazione di una famiglia con piu di due figli.

Noi ci abbiamo pensato per due anni. Per due anni abbiamo cercato informazioni. Abbiamo letto blog, cercato siti specializzati e parlato con amici. Abbiamo fatto un elenco delle cose da fare e capito come avremmo potuto incastrarle nella nostra quotidianità. A fasi alterne, propendevamo più per il sì o più per il no.

Non sapevamo come fare. A volte l’impegno ci sembrava troppo grande per poterlo sostenere con 3 bambini piccoli e una casa fuori standard, che ha sempre bisogno di manutenzione.

La nostra bambina più grande di 6 anni ogni giorno ci chiedeva di poter avere un cucciolo di cane. E ogni giorno partivamo con i discorsi sul fatto che il cane sarebbe stato un membro della famiglia e che avremmo dovuto curarlo tutti insieme.

Non era un giocattolo, avremmo dovuto portarlo sempre con noi, ecc… senza aver mai provato nella vita pratica il significato di avere un cucciolo, perché né io né mio marito ne avevamo mai avuto uno.

Al termine di un periodo molto difficile, legato al ricovero in ospedale di mio marito Andrea, abbiamo deciso che “Sì! Volevamo un cucciolo”. Sono state settimane di letture, selezione delle razze indicate come “più adatte” al nostro stile di vita e ai bambini…e alla fine è arriva lei, NEBBIA.

Una cucciola di basset hound di 8 settimane, con due orecchie lunghissime e due occhi dolcissimi, e ce ne siamo innamorarti immediatamente. Tutto è diventato naturale. È diventata immediatamente parte della famiglia. Lei è la nostra quarta figlia.

La quarta figlia che corre incontro al papà quando rientra dal lavoro con i suoi 3 fratellini, che gioca in cortile, che si fa fare un milione di coccole, che scodinzola come una matta tutte le volte che ti vede e che ti fa ridere tantissimo quando si inciampa nelle sue orecchie o quando, correndo, sembra prendere il volo.

Non c’è fatica nella sua “gestione”, solo il piacere di prendersi cura di lei come membro della famiglia. Le abbiamo costruito una cuccia completamente coibentata e riscaldata e le abbiamo riservato una porzione esterna della casa. Vive fuori, è felicissima e si sente parte della famiglia.

Se avete dei dubbi, fateli sparire. Il numero di figli che avete non vi impedirà di averne un altro di “natura pelosa” perché, come succede a noi tutti i giorni, “poi in qualche modo farete”. Ma vedrete che ne varrà la pena, perché l’affetto che sono in grado di darvi gli animali è indescrivibile e incondizionato e non saranno un “impedimento” rispetto alle vostre abitudini, perché non lo vivrete come tale, ma accoglierete il nuovo arrivato come avete fatto con il vostro ultimo neonato: accettandolo e amandolo così com’è!