Lapostrofo: inventare la lettura

Lapostrofo – inventare la lettura nasce e si sviluppa come servizio di promozione culturale per bambini e ragazzi.

La nostra realtà, nata nel 2016, muove i primi passi attraverso un approccio sperimentale e multidisciplinare di promozione della lettura e di progettazione di percorsi di lettura nelle scuole e in enti privati ed istituzionali, come biblioteche ed eventi comunali.

Lapostrofo strizza l’occhio, al contempo, anche al teatro per ragazzi, promuovendo numerosi laboratori di propedeutica teatrale in scuole pubbliche e private, volti a rinforzare il benessere del bambino e la sua consapevolezza emotiva attraverso il gioco espressivo e simbolico.

Un’altra sfumatura de lapostrofo è quella degli atelier didattico-creativi sul LIBRO come oggetto creativo e gioco, che allestiamo nelle scuole e privatamente, a supporto della promozione del libro e della lettura, utilizzando anche alcuni aspetti sperimentali del grande Maestro Bruno Munari.

Dietro lapostrofo ci sono Chiara Agresti e Benedetta Di Claudio, orgogliosamente differenti l’una dall’altra ma felicemente insieme in questo progetto.

Quando ci è stato proposto dalle ragazze di Più di due di collaborare per scrivere di albi illustrati, abbiamo accettato senza esitazione, mettendoci subito al lavoro per creare uno spazio stimolante e personale intorno ad un tema ed un oggetto, il libro per l’infanzia, molto battuto sui social. Sfida non facile. Ma si sa, no?! Le sfide e gli inizi sono inebrianti per definizione!

L’albo illustrato è da sempre un oggetto molto importante per noi de lapostrofo – inventare la lettura, anzi, potremmo dire senza esitazione, che è l’oggetto intorno al quale abbiamo costruito la nostra identità e grazie al quale progettiamo da tempo anche sul nostro territorio.

E’ per noi un oggetto ponte, duttile, plastico e al contempo anche un potente amplificatore di storie e di creatività. L’albo illustrato è un oggetto importante per la costruzione della relazione e, se vengono a mancare questi presupposti quando lo si ha tra le mani e quando lo si sfoglia, allora siamo solo di fronte ad un libro con testo e immagini, non siamo di fronte ad un oggetto magico.

Perché l’albo illustrato è un oggetto in costante dialogo, un qualcosa di non finito, creativo, impossibile quasi da imbrigliare nelle maglie dei vari contesti educativi o delle mode del momento.

L’albo illustrato è vita, è una possibilità, l’albo illustrato è uno scrigno di infinite storie.

Questo nostro spazio lo abbiamo pensato come un appuntamento che non seguirà logiche commerciali o di uscite editoriali, ma abbiamo voluto creare uno spazio personale, come se fosse la “cameretta” dei giochi dove poter trovare spunti, riflessioni e soprattutto dove poter condividere una grande passione, quella per gli albi illustrati.

Seguiteci qui 👉 https://www.facebook.com/inventarelalettura oppure inviateci una e-mail

📧 lapostrofolab@gmail.com