Tempo di iscrizioni… tempo di emozioni

Oggi ho inoltrato due domande di iscrizione dei miei figli: iscrizione di Figlia1 alla scuola secondaria di secondo grado (comunemente detta scuola superiore) e iscrizione di Figlio5 alla scuola primaria. 

Ho 6 figli, nati ogni due anni tra il 2007 e il 2017. Quindi ogni anno a gennaio mi ritrovo praticamente a fare una o due iscrizioni. 

Ho fatto la prima iscrizione alla scuola dell’infanzia per Figlia1 a gennaio 2010 e oggi, dopo 11 anni, ho inoltrato la domanda per la scuola superiore… ancora non ci credo!

All’epoca abitavamo in città e, prima di fare l’iscrizione, avevo visitato tutte le scuole dell’infanzia statali e comunali dei dintorni, raggiungibili a piedi… erano almeno cinque! Tanta scelta, ma anche tanta paura di sbagliare… Come si troverà la mia bambina? Come saranno le maestre? Come si troverà con gli altri bambini?

Figlio2 era già nato, quindi dovevo tenere conto anche della gestione pratica negli spostamenti. Tante domande, tante ansie, tante preoccupazioni per la scelta della scuola in cui avrei portato mia figlia nei successivi tre anni, affidandola per la prima volta (non aveva frequentato l’asilo nido) a delle persone che, almeno all’inizio, erano completamente sconosciute. 

Alla fine avevo scelto la scuola più vicina a casa, sia perché avevo ricevuto dei pareri positivi da parte delle persone a cui avevo chiesto un consiglio, sia perché la struttura e le insegnanti mi avevano fatto una buona impressione, fortunatamente poi confermata.

La scelta della vicinanza si è poi rivelata vincente anche perché poco dopo l’inizio dell’anno scolastico ho scoperto di aspettare Figlio3. Quindi ogni giorno, per andare a scuola e tornare, camminavo a piedi e spingevo il passeggino con dentro Figlio2, più pedana attaccata al passeggino con sopra Figlia1, e nel frattempo in pancia cresceva Figlio3… per fortuna avevo scelto la scuola più vicina!

La scelta della scuola dell’infanzia per gli altri figli è stata più semplice, ovviamente. Dovevo solo confermare la scelta già fatta. Con il passare degli anni mi sono accorta che, almeno per me, ciò che all’inizio mi preoccupa molto è il non conoscere la nuova scuola, quindi ad ogni passaggio di ordine di scuola le ansie e le paure si sono ripresentate. 

Quando ho iscritto Figlia1 alla scuola primaria e poi alla scuola secondaria di primo grado (scuola media) ero di nuovo preoccupata: nuovo ambiente, nuova organizzazione, nuovi insegnanti, nuovi compagni…  Iscrivere per la prima volta i primogeniti crea un po’ di ansia… proprio perché è la prima volta! 

Poi tutto diventa familiare ed è più semplice iscrivere i figli successivi. Anzi, si diventa quasi esperti! Quest’anno ho fatto per la quinta volta l’iscrizione alla scuola primaria e le mamme dei compagni di Figlio5 mi hanno fatto varie domande, proprio perché, secondo loro, io ero “esperta”!

Come scritto all’inizio, oggi ho inoltrato la domanda di iscrizione di Figlia1 alla scuola superiore. Per fortuna questa iscrizione si è rivelata diversa dalle precedenti, nonostante fosse una prima iscrizione… perché questa volta si trattava di una scelta di mia figlia! Noi l’abbiamo aiutata a valutare, ma la scelta è stata davvero sua! L’ansia e la paura hanno lasciato il posto all’emozione nel rendere concreta una sua scelta che determinerà il suo futuro. Incredibilmente, nonostante sia veramente difficile scegliere a 13 anni, lei è stata molto determinata! Molto più della sua mamma! Speriamo sarà così anche per gli altri figli!